L'ANATRA SCEMA

Le mille e una notte 05 on Flickr.MILLE E UNA
Un re persiano dal nome impronunciabile viene fatto becco da una delle sue mogli. Il re persiano dal nome impronunciabile è anche conosciuto per la sua totale mancanza di misura e di senso dell’umorismo. Colmo di odio verso il genere femminile uccide tutte le donne che sposa al termine della prima notte di nozze. Quando ha ucciso tutte le donne in età da marito butta l’occhio sulle due figlie del visir. Sherazade, la maggiore delle due sorelle, è una ragazza sveglia. Per mille e una notte racconta al re persiano dal nome impronunciabile una storia per rimandare la propria esecuzione. Ogni notte Sherazad interrompe la storia promettendo al re persiano dal nome impronunciabile di continuarla il giorno dopo. La bella figlia del visir ha la testa sulle spalle e ce la vuole mantenere, non solo, al termine delle mille e una notte il re persiano dal nome impronunciabile s’innamorerà di Sherazade.
 Lucio Villani mi ha chiesto di illustrare una di queste storie per uno spettacolo teatrale intitolato appunto “Sherazade” di cui è direttore artistico e musicista. Non mi ha pagato ma mi ha promesso che tutti i soldi guadagnati dallo spettacolo andranno redistribuiti tra tutti i collaboratori dello spettacolo stesso secondo il detto arabo “Il viaggio è ancora lungo e mi rimangono solo tre datteri ( Dice il cammelliere): uno per me, l’altro per il mio cammello e il terzo per il mendicante alle porte della città”.

Le mille e una notte 05 on Flickr.

MILLE E UNA
Un re persiano dal nome impronunciabile viene fatto becco da una delle sue mogli. Il re persiano dal nome impronunciabile è anche conosciuto per la sua totale mancanza di misura e di senso dell’umorismo. Colmo di odio verso il genere femminile uccide tutte le donne che sposa al termine della prima notte di nozze. Quando ha ucciso tutte le donne in età da marito butta l’occhio sulle due figlie del visir. Sherazade, la maggiore delle due sorelle, è una ragazza sveglia. Per mille e una notte racconta al re persiano dal nome impronunciabile una storia per rimandare la propria esecuzione. Ogni notte Sherazad interrompe la storia promettendo al re persiano dal nome impronunciabile di continuarla il giorno dopo. La bella figlia del visir ha la testa sulle spalle e ce la vuole mantenere, non solo, al termine delle mille e una notte il re persiano dal nome impronunciabile s’innamorerà di Sherazade.

Lucio Villani mi ha chiesto di illustrare una di queste storie per uno spettacolo teatrale intitolato appunto “Sherazade” di cui è direttore artistico e musicista. Non mi ha pagato ma mi ha promesso che tutti i soldi guadagnati dallo spettacolo andranno redistribuiti tra tutti i collaboratori dello spettacolo stesso secondo il detto arabo “Il viaggio è ancora lungo e mi rimangono solo tre datteri ( Dice il cammelliere): uno per me, l’altro per il mio cammello e il terzo per il mendicante alle porte della città”.

  1. postato da marcuzzo